Consiglio Pastorale

IL CONSIGLIO PASTORALE

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è un organo consultivo – non deliberativo – previsto dal Codice di Diritto Canonico (can. 536). Per la sua natura, è un organo di comunione che, come immagine della Chiesa, esprime e realizza la corresponsabilità dei fedeli (presbiteri, diaconi, consacrati e laici) alla missione della Chiesa, a livello di comunità cristiana parrocchiale.

É il luogo dove i fedeli, soprattutto i laici, possono esercitare il diritto-dovere loro proprio, di esprimere il proprio pensiero ai pastori e comunicarlo anche agli altri fedeli, circa il bene della comunità cristiana parrocchiale: in tal modo esercitano nella Chiesa la missione regale di Cristo di cui sono stati fatti partecipi con i sacramenti del Battesimo e della Confermazione.

La funzione principale del Consiglio Pastorale Parrocchiale sta pertanto nel ricercare, studiare e proporre conclusioni pratiche in ordine alle iniziative pastorali che riguardano la parrocchia. In particolare è chiamato a:

  • analizzare approfonditamente la situazione pastorale della parrocchia
  • elaborare alcune linee per il cammino pastorale della parrocchia, in sintonia con il cammino pastorale della Diocesi
  • offrire il proprio contributo in ordine alle attività del Consiglio Pastorale Decanale e del Consiglio Pastorale Diocesano
  • avere attenzione a tutte le questioni pastorali, non esclusi i problemi pubblici e sociali della comunità, la cui trattazione e soluzione appaiono necessarie per la vita della parrocchia
  • indicare le linee orientatrici da adottare in merito agli aspetti economici, lasciando al Consiglio per gli Affari Ecnomici la trattazione degli aspetti tecnici

COMPOSIZIONE

A norma del Direttorio per i Consigli Pastorali Parrocchiali o di Comunità pastorale emanato dall’Arcidiocesi di Milano, sono membri di diritto del Consiglio Pastorale tutti i presbiteri, i diaconi, i religiosi e le religiose consacrate impegnati a tempo pieno nella pastorale della parrocchia.

A questi si aggiungono membri laici eletti dalla comunità parrocchiale, in numero proporzionale alle dimensioni della parrocchia o della comunità pastorale. É facoltà del Parroco o del Responsabile di Comunità Pastorale integrare con membri di propria nomina la componente laicale, al fine di garantire una rappresentanza organica ed efficace di tutte le realtà attive nella comunità.

I membri elettivi, e gli eventuali membri laici nominati, restano in carica per quattro anni e non decadono con la nomina di un nuovo Parroco o Responsabile di Comunità Pastorale, salvo diversa indicazione del Vicario Episcopale di Zona.

Quadriennio 2019-2023

A seguito delle elezioni che si sono svolte sabato 26 e domenica 27 ottobre 2019, il Consiglio Pastorale unitario delle quattro parrocchie per il quadriennio 2019-2023 risulta così composto:

Membri Religiosi

  • Don Vinicio (Parroco)
  • Don Michele (Vicario Parrocchiale)
  • Don Carlo (Vicario Parrocchiale)
  • Sorella Angela (Superiore Religiosa del Centro S. Maria del Roseto di Mozzate – Minime Oblate del Cuore Immacolato di Maria)
  • Suor Luigia (Superiore Religiosa della Casa di Locate Varesino delle Suore di Carità dell’Immacolata Concezione di Ivrea)
  • Suor Odette

Membri laici di diritto

  • Anna Maria Orsenigo (Presidentessa Azione Cattolica)
  • Renata Figini (Membro del Consiglio Pastorale Decanale)
  • Andrea Gessaga (Membro del Consiglio Pastorale Decanale)

Altri membri laici

  • Antonio Barbiero
  • Lia Bevilacqua
  • Davide Canavesi
  • Matteo Galli
  • Ivo Kaplun
  • Claudio Mattiuzzo
  • Daniela Pagani
  • Elena Pagani
  • Alessia Puntillo
  • Enrico Restelli
  • Barbara Ruggiero
  • Celeste Somavilla
  • Isidora Speroni
  • Luigi Suigo
  • Paola Zampini